LEGGI IL MIO VOLTO

Scrivo e penso che a nulla è valso il tempo lontano e questo alone di tela sbiadita si gonfia di vento impetuoso gettando i pensieri nel vano di calde intenzioni.
Bevo a sorsi i tuoi sogni nella mente e nel corpo,mai volgare o aggressivo.
Pensieri dilatati e profondi paziente e tollerante sempre comprensivo,mai frettoloso e superficiale.
 Ti sento nell'anima e ovunque intorno a me.
Sei mia nel sangue, e nel profondo respiro che mi lega a te  pensiero molesto..
del quale non riesco a liberarmi.
Le tue parole  non potrò mai toccare ma le sentirò scivolare sulla mia pelle.
Mi gridi che son pazzo dal sentimento del  cuore, ma  hai fatto eco nella voce  dell'anima mia.
Nell'assenza d'ogni senso compiuto per cercare un segno un appagamento smarrendomi in abissi di mancate promesse.
Sogno di costruire un discorso,un parlare che non è mai stato perché le nostre bocche hanno sempre
avuto paura di aprirsi perché tu con me ti sei fermata nel momento in cui iniziavamo  

Vorrei scappare lontano, sento il cuore che esplode, i pensieri che mi fanno male e sempre quel vuoto che mi lacera dentro e mi sconfigge.
Ti sei perduta in una scelta,una nuova fatta di passioni, e ti sei concessa a chi ti ha mostrato un titolo un oratore un paroliere fasullo che si definisce poeta,senza capire bene prima chi era .
L'intelligenza tu ne hai tanta,ma  è una pianta che va curata continuamente, gravità della realtà.
 granello solitario ti sta chidendo aiuto Come un dolce lamento fruscio di lieve dolore sapore di vita sommersa. Ho bisogno delle tue parole,Io devo sentirti!
Vorrei portarti in un luogo dove parla di te , dove l'aria ha il tuo profumo,dove la tua bellezza possa riflettere nell'acqua.  

  VIENI  CON ME IN QUESTO PARADISO
 Voglio camminare dentro di te, alimentare il tremore del corpo che precipita come meteora dalle suadente carezze come foglie che aspettano la vita nel cuore di chi ancora vive il silenzio del cuore che aleggia nel cielo
Ma Ormai la pelle è scottata e sai che le piaghe non se ne andranno ma è difficile ora farne a meno.
 ! Non ci sono parole per descrivere le lacrime della natura incompresa Esplode VIOLENTA
la voce del cuore con lacrime calde li leggi sul volto ferito………
Un bacio ………. fy il piccolo granello

LEGGI IL MIO VOLTOultima modifica: 2006-02-05T23:35:20+01:00da granello2
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “LEGGI IL MIO VOLTO

  1. Ciao “le piaghe dell’amore non se ne andranno” ma è una definizione sbagliata, sono carezze, sono ricordi che ci fanno soppravvivere alla relatà spesso inutile e vuota—- mi piace la passione che c’è nelle tue parole! direi malinconiche (ot.) buona giornata e settimana piena di sorrisi smack milena

  2. “La tristezza l’aveva paralizzato. Non capiva nulla, non riusciva a spiegarsi nulla, sapeva soltanto che si era aspettato quell’istante fin dal giorno in cui aveva conosciuto Sabina. Era successo quello che doveva succedere. Franz non vi si oppose” (l’insostenibi le leggerezza dll’essere) bacioni >Mil

  3. Ciao!! Come stai? Scusa la mia poca presenza, leggo sempre i commenti ma non ho tempo nemmeno per scrivere un saluto decente….perc hè Sanremo è Sanremo…e mi tocca lavorarci 20 giorni prima delle serate tv. Un abbraccio. Aderisco alla giornata di sciopero dai blog del 14 febbraio per manifestare il dissenso verso questa piattaforma dove i blog spariscono senza che ai “responsabili ” interessi minimamente. Inoltre chiedo a tutti di manifestare al blog della redazione che sarebbe ora trovassero una soluzione per fermare il virus “carima enterprise limited-NETVISI ON” che si sta propagando a macchia d’olio, rendendo impossibile accedere ai blog senza impallare ogni volta il pc.. Manu/Anake

  4. “Mi sento come un campo seminato nel cuore dell’inverno, e so che primavera sta arrivando. I miei ruscelli prenderanno a scorrere e la piccola vita che dorme in me salirà in superficie al primo richiamo.” (Kahlil Gibran) Un pensiero volante per te e per un inno alla vita con vera amicizia da pulvigiu.

Lascia un commento