resta un silenzio

 
Sto seduto da solo in riva al mare mentre la luce del giorno si spegne,
stanotte i ricordi riaffiorano e ritornano a me come un delizioso profumo di  rose rosse.

                 
Non bastano le parole per esprimere i sentimenti del cuore
Nel cuore parole buttate al vento,nella luce della luna.
Vorrei tanto che tu mi vedessi Perché in me manca qualcosa è come se avessi un buco nello stomaco Vorrei dirti quello che provo:
vederti mi toglie la voce e il mio cuore vorrebbe uscire e cantare le dolci canzoni
che mi trasmetti
Mi sento come un gabbiano che vola lontano verso un nido in cui vengono deposte le parole d'amore che si affacciano al mio sguardo e il mio cuore mostrandomi arcobaleni di colori, vola più in alto e dille che l'amooooooo
ma poi anche loro hanno fretta di volare via da me, 
non hanno voglia di posarsi sul mio cuore .
Vorrei che nel mondo esistesse solo amore
Amore è dire tante parole, è volersi bene, l'amore è molto più della Felicità,anche se delle volte, può diventare tristezza .
Ho digerito il boccone amaro e conosco perfettamente i tuoi scopi .

Non ci sarai più in prima fila per un caffè d'orzo e uno amaro..
Più volte hai trovato i miei sforzi inutili, purtroppo neanche oggi  hai capito  la bellezza del mio gesto  dato con il cuore, il valore  delle cose.. La solitudine è una pagina importante della nostra vita..
……..Io sono ancora più solo e la mia solitudine ama nascondersi … aspetto..
è forte quello che ho dentro…. distante  forse non riuscirò a darti il meglio
più volte hai trovato i miei gesti ridicoli , invece avrei voluto trovarmi  tra le tue
risposte distratte  le tue parole più belle in quei discorsi preziosi e contorti, è forte quello che ho dentro
raccogliere un brivido

Spero che squilli il tel. vorrei ascoltare una voce amica.
Ma non squilla..
Capisco che si tratta di un  pensiero illusorio..
((chi si può ricordare di un piccolo,di un granello in questa distesa di sabbia calpestata dai potenti))
 Adesso che ho tanto freddo   vorrei sentire il calore delle  mani trovare le  carezze, trovo una lacrima che scende lungo la mia guancia  spinta dal vento arriva sulle mie labbra… è salaticcia…
 Volgo ancora lo sguardo al mio caro e unico amico mare—
– le parlo –
-sento che mi risponde;
è  un bellissimo sogno,  penso a un scintillio d'oro e argento, che squarcia lo scuro della  notte della mia realtà ma non conosco le parole adatte.
   Mi resta il silenzio, 

resta un silenzioultima modifica: 2007-01-08T23:50:03+01:00da granello2
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “resta un silenzio

  1. …ci sono luci che brillano solo perchè si ha il coraggio di accenderle…
    …quanti cuori vivono al buio, perchè hanno paura di gridare le loro emozioni,e vivono in silenzio sentimenti, che invece dovrebbero vivere bagnati dalle onde del mare e asciugati dalla luce del sole…per essere poi trasportati dalla forza dl vento…ecco perchè i tuoi ed i miei occhi brillano diventando come fari e stelle di notte e, come sole di giorno… il nostro cuore ancora di più,
    perchè siamo liberi di dire quanto sentiamo,senza pensare di tenere le emozioni, sepellite in angoli reconditi dove nessuno potrà mai vederne lo splendore… quano hai l’amore nel cuore,non tenerlo prigioniero,ma donalo a chiunque possa accoglierlo,aff inché tu,possa vederlo vivere negli occhi di chiunque…già davanti al mare ascoltando in silenzio…

  2. L’amicizia è come l’erba: bisogna coltivarla per far si che cresca
    Ti ho conosciuto,una sera d’inverno il 4 marzo 2001.
    Tu eri allo scoglio in riva al mare.
    Mi hai teso la mano senza conoscermi in un momento difficile della mia vita . Grazie amico,ora sto bene…. Ale…

  3. Un silenzio frastornante… che squote il cuore e l’anima… l’Amore è nel tuo cuore, basterebbe imparare nn solo a guardare dentro noi stessi, ma anche a Viverci! Splendide parole le tue e quelle che hai scelto… Adoro Baricco, ma soprattutto la Consoli… 😉 Un bacio!

  4. e ti dirò di me….

    saprò farlo con parole sincere e col cuore che so…

    ti dirò quanto ho amato la vita, i suoi fiori e i capricci improvvisi…

    quanti giorni han dipinto le sere di primavera…

    quanto buio, le notti sgualcite, sfinite,

    svanite tra graffi e tempeste che non colmano mai…

    ti dirò di germogli recisi e radici nel vento… di sospiri

    in silenzio e poi lacrime al cielo…

    e parlandoti io sarò scalza,

    sarò nuda per te….

    e mi dirai di te.

    lo farai col sorriso, incrociando in silenzio le dita al mormorio del mare…

    con quell’onda d’amore che dipinge il tuo viso e non reca paura….

    sa trafigger la nebbia come puro candore…

    capirò tutto ciò che t’ispira…. non v’è odio né ira….

    sognerò le tue mani e le dolci carezze…legge re tra i miei capelli…

    un abbraccio, un sol bacio, son tuoi…. a me basta…mi pare infinito…

    non reclamo il seguirmi… non so farlo….

    troverai nel mio sguardo una vela intessuta tra lune e tramonti argentati…

    li vedrai…

    righeranno i tuoi occhi come gocce d’infanzia nelle ore più belle…

    come raggi di sole ch’accarezza i capelli…

    abbracciato al tuo cuore fisserai l’orizzonte tranquillo e sereno…

    perché questo io sarò per te…

    la certezza di un manto di luce nel tuoi solchi di vita…

    la fiducia d’un fuoco che arde,

    non si spegne mai, quando il freddo t’assale,

    e tu sei smarrito…

    e rimani lì. davanti al mare, sullo scoglio…

    scrutando l’orizzonte, ascoltando il respiro del mare…

    e il vento ti porterà carezze per te…

Lascia un commento